Radio Luce e Radio Luce TV sono felici di condividere insieme a voi
il cammino di avvicinamento al Natale, al mistero della Salvezza incarnata nella grotta di Betlemme.
Lo facciamo grazie al prezioso contributo di 3 sacerdoti e 1 diacono che ci propongono
una riflessione sulle 4 figure fondamentali del tempo di Avvento:

ISAIA:
il profeta dell'attesa
riflessione di
Mons. Piergiorgio Magaton

 disponibile
GIOVANNI BATTISTA:
precursore di Gesù
riflessione di
Don Giovanni Bellò
 a partire dal 04/12/2010
GIUSEPPE:
custode del Redentore
riflessione del diacono
Don Bruno Martino
 a partire dal 11/12/2010
MARIA:
madre del Salvatore
riflessione di
Don Antonio Ziliotto
 a partire dal 18/12/2010

Guarda ed ascolta tutti gli interventi sul nostro canale you tube: RADIO LUCE TV
che saranno inseriti nei giorni: 27/11/2010 - 04/12/2010 - 11/12/2010 - 18/12/2010

oppure su RADIO LUCE - FM 103.300 MHz
il sabato alle ore 9 e 18.30 - la domenica alle ore 9 e 17.45 - il mercoledì alle ore 18.10

 

 

PRIMA PUNTATA:   ISAIA: il profeta dell'attesa

Parrocchia "SS. Pietro e Paolo apostoli" - Mussolente (VI)

  Alcuni cenni sulla riflessione che potrete guardare integralmente cliccando in fondo.

Il nuovo anno liturgico si apre sempre con il tempo di Avvento; che significa venuta, quindi attesa, quindi speranza. Ora, il profeta dell'attesa, il poeta dell'attesa, il teologo di questa attesa e speranza è il grande ISAIA; il più grande profeta messianico dell'Antico Testamento. Questo sacerdote del tempo di Gerusalemme, chiamato a 25 anni alla vocazione profetica nel 740 a.C., vissuto in un periodo di grande angustia per il popolo d'Israele, è stato scelto da Dio come portatore di un messaggio forte e chiaro. Un messaggio di richiamo alla rettitudine morale, ad una fede rinnovata e alla forza della speranza messianica.

A ben pensare anche la nostra situazione attuale assomiglia a quella vissuta dal profeta ISAIA. Anche nel nostro tempo si è perduto il senso di Dio, il senso morale poi è scaduto in un profondo relativismo morale; tutto questo accresce il disagio e la conflittualità sociale. Come ci aiuta l'Avvento? L'Avvento è l'incontro tra la nostra attesa, le nostre povertà e le promesse di Dio che ci da segni di speranza. E la speranza illumina, e questa Luce è questo Bambino; andiamogli incontro! Pregando di più, ascoltando la sua Parola, purificandoci con la Riconciliazione e nutrendoci dell'Eucarestia.E allora con verità potremo invocare con la Chiesa: "Marana tha" che significa "VIENI SIGNORE GESU'".

                                                                            Mons. Piergiorgio Magaton
                                                              Vicario Foraneo di Asolo (TV)
                                         Arciprete della Parrocchia "SS. Pietro e Paolo"
                                                      Mussolente (VI) - diocesi di Treviso


Schermo troppo piccolo ?
Per guardare meglio il video
cliccare 2 volte sopra.              OPPURE PER ENTRARE NEL NOSTRO
                                                     CANALE PREMI      
 QUI

 

 
 

 

 

 

 

Mons. Piergiorgio Magaton
Vicario Foraneo di Asolo (TV)
Arciprete della Parrocchia "SS. Pietro e Paolo"
Mussolente (VI) - diocesi di Treviso


     Alcuni cenni sulla riflessione che potrete guardare integralmente cliccando nel video a fianco ==>

     Il nuovo anno liturgico si apre sempre con il tempo di Avvento; che significa venuta, quindi attesa, quindi speranza. Ora, il profeta dell'attesa, il poeta dell'attesa, il teologo di questa attesa e speranza è il grande ISAIA; il più grande profeta messianico dell'Antico Testamento. Questo sacerdote del tempo di Gerusalemme, chiamato a 25 anni alla vocazione profetica nel 740 a.C., vissuto in un periodo di grande angustia per il popolo d'Israele, è stato scelto da Dio come portatore di un messaggio forte e chiaro. Un messaggio di richiamo alla rettitudine morale, ad una fede rinnovata e alla forza della speranza messianica.

     A ben pensare anche la nostra situazione attuale assomiglia a quella vissuta dal profeta ISAIA. Anche nel nostro tempo si è perduto il senso di Dio, il senso morale poi è scaduto in un profondo relativismo morale; tutto questo accresce il disagio e la conflittualità sociale. Come ci aiuta l'Avvento? L'Avvento è l'incontro tra la nostra attesa, le nostre povertà e le promesse di Dio che ci da segni di speranza. E la speranza illumina, e questa Luce è questo Bambino; andiamogli incontro! Pregando di più, ascoltando la sua Parola, purificandoci con la Riconciliazione e nutrendoci dell'Eucarestia.E allora con verità potremo invocare con la Chiesa: "Marana tha" che significa "VIENI SIGNORE GESU'".

 

 

crediti:

Immagine del logo "Annunciazione" gentilmente concessa da Angelo Foriglio.

Musiche nelle puntate, di Mons. Marco Frisina gentilmente concesse dall'autore
tratte dal CD "JOY TO THE WORLD" - multimedia San Paolo - 2001 -
www.marcofrisina.com

© Radio Luce - 2010 - tutti i diritti riservati